Home > Pensieri in libertà, Vaccate > Auguri o Non-Auguri per la festa della donna?

Auguri o Non-Auguri per la festa della donna?

Non so voi, ma io ogni anno l’8 marzo mi trovo come in un film: “mission impossible: the mimosa day”.
Nemmeno Chuck Norris saprebbe districarsi nella intricatissima situazione festa_della_donna (beh no, lui con un calcio rotante troverebbe sicuramente la soluzione)

Come comportarsi? Fare gli auguri o non fare gli auguri?

Ogni donna ha la sua idea sull’argomento, alcune si offendono se le saluti con un “AUGURI!”, mentre altre pretendono dei fiori, alcune vorrebbero fatti e non parole ma-almeno-qualche-parola-però-potresti-dirla-ogni-tanto, altre sono contrarie a quello che hai detto a prescindere da quello che hai detto, giusto perchè sono donne e l’8 marzo bisogna essere incazzate.
Poi c’è chi non vuole nessun augurio ma se non li fai è perchè non te ne frega nulla, c’è chi se vede del giallo impazzisce, c’è chi vuole fiori ma poi non li apprezzano perchè “dovresti portarli sempre, non solo per le feste comandate”, altre dicono inacidite “ok, la festa delle donne è l’8 marzo però voi ve la spassate il resto dell’anno”, c’è chi (destino beffardo!) entra nel suo ciclo mensile proprio in questi giorni e accoglie il tuo sorriso mattutino con sbuffi e insulti verso l’universo maschile (suvvia, si scherza).

Sarà perchè siamo deboli, sarà perchè siete così maledettamente volubili, sarà perchè siete completamente matte, ma anno dopo anno vi amiamo sempre di più!

Quindi mettiamoci d’impegno per trovare con una forma di augurio/non augurio che sia accettabile almeno per la maggioranza di voi donne:

Auguri a tutte per i successi acquisiti e buona continuazione nella lotta per una reale parità di diritti!

(io sono dalla vostra)

Annunci
  1. ulissegio
    8 marzo 2010 alle 17:43

    che ruffiano del cavolo…

    • ZaX
      8 marzo 2010 alle 22:49

      Tutta invidia la tua
      🙂

    • Elisa
      8 marzo 2010 alle 23:42

      dai Ulissegio per una volta che è stato carino e ha dimostrato la sua sensibilità senza sembrare il solito razionalone…!
      comunque Sam dal tuo articolo si possono cogliere anche le mille sfaccettature di noi donne!!!
      Grazie mille per gli auguri!

  2. 8 marzo 2010 alle 19:53

    La cosa più offensiva dell’8 marzo è nella scelta della mimosa come fiore simbolo: bellissimo e appariscente, sfiorisce nel giro di pochi giorni e non tollera la minima avversità.

    Solo in un caso sarei favorevole all’istituzione della festa della donna per l’ 8 marzo, 29 febbraio quando arriva… la data non importa. Sarei favorevole solo se il regalo simbolo fosse il diamante. Allora accetterei di buon grado auguri e regalo da padre, fidanzato, amico, fratello, collega, vicino di casa, stalker…

    • ZaX
      8 marzo 2010 alle 22:47

      eheh, costosetto il diamante!
      Scherzo, ho capito la metafora 🙂

      Comunque la mimosa è un simbolo scelto da alcune femministe negli anni 40-50, se non erro… quindi è una delle poche cose “originali” di tutta la festa, non buttiamola via!

  3. 8 marzo 2010 alle 23:05

    Grazie Sam, per me è la giornata della donna più che la festa, ma ormai… comunque se pensi positivamente a noi anche in questa giornata … sei da considerare un alleato . Ciao

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: