Home > Altro... > Win for Life: 4mila euro al mese o ennesima truffa?

Win for Life: 4mila euro al mese o ennesima truffa?

win4lifeDopo aver chiarito le “truffe” sotto al Superenalotto (qui, qui e qui), analizziamo il nuovo gioco della Sisal “Win for Life“, che consente al fortunato vincitore di assicurarsi 4 mila euro al mese per vent’anni, per un totale di 960mila euro di premio.

Prima di tutto diciamo che “Win for Life” è un gioco nato negli USA e importato in Italia proprio in un periodo di crisi in cui la gente inizia a temere per il proprio stipendio, e  guarda caso proprio ora che il gioco d’azzardo crescendo a livelli folli, diventando una fonte di sostentamento irrinunciabile per lo Stato, che la usa come stampella per coprire tutti le crepe provocate dalla cattiva gestione economica di questo e dei precedenti decenni.

Lo stesso Stato, con la scusa che parte del montepremi verrà destinato all’Abruzzo, si crea una sorta di scudo verso le critiche, ma in realtà tutti i soldi che verranno incassati dalle tasse finiranno nelle casse dell’erario, e il modo in cui verranno usati sarà stabilito dal governo di turno al momento della finanziaria. E tralasciamo l’enorme tristezza di uno Stato che si deve inventare dei giochi d’azzardo per racimolare qualche milione per fare fronte a delle catastrofi naturali di nemmeno grande entità, come quella abruzzese (bei tempi quelli in cui si mettevano in bilancio in anticipo dei soldi  per le possibili catastrofi dovute a terremoti o inondazioni…).
Quindi questo ennesimo gioco si configura come l’ennesima tassa sulla stupidità e sulla speranza della gente comune, che impazzisce se gli alzi le tasse di 5 euro/anno ma è ben felice di buttarne via 20 al giorno per perdere a giochi sbilanciatissimi a favore del banco come il Superenalotto o quest’ultima furba trovata della Sisal.

Andiamo comunque ad analizzare regole, probabilità di vittoria,  spartizione del montepremi e le scandalose modalità di gioco…

Le regole

I premi "medi" delle diverse categorie (se si giocano 2 euro)

I premi "medi" delle diverse categorie

Per giocare a “Win for life” bisogna scegliere almeno 10 numeri da 1 a 20 (massimo 14 numeri al costo di 1001 euro) più un numero jolly (chiamato “numerone”), scelto dal computer. Vengono quindi estratti 10 numeri vincenti, se il giocatore li ha indovinati tutti può participare all’estrazione del numerone, cioè deve sperare di avere  il numero giusto in una estrazione con 20 possibilità.
Si vince indovinando 7,8,9 e 10 numeri, ma per il vitalizio bisogna azzeccare 10 numeri più il jolly.

Sisal complica il tutto con la giocata “doppia”, cioè dà la possibilità di raddioppare le probabilità di vittoria raddoppiando il costo della giocata… per chiarezza, se giocando 1 euro si vince con 7,8,9 e 10 numeri indovinati, giocando 2 euro si vince anche con 0,1,2 e 3 numeri indovinati (che hanno esattamente la stessa probabilità della controparte, ovviamente), e si ottiene la possibilità di vincere con  10 + numerone ma anche con 0+numerone.

Come si vede anche dalla tabella a destra, le vincite sono assolutamente ridicole in tutte le categorie minori e diventano seri solo con il 10, ma anche in quella categoria restano premi assolutamente troppo bassi in confronto alla davvero bassa probabilità di vittoria.

Le probabilità

Giocando una combinazione di 10 numeri, la probabilità di indovinarli tutti è di 1 su 184.756, esattamente uguale alla probabilità di non indovinarne nessuno (che infatti è equivalente a dire “indovinare i 10 numeri sbagliati”). In questo caso si vincerebbero circa 10mila euro, ma per il vitalizio bisogna azzeccare anche il “numerone”, con una ulteriore probabilità di 1 su 20, quindi la probabilità di vittoria del premio maggiore diventa di 1 ogni 3.695.120 tentativi.
Questa probabilità è evidentamente bassissima ma ben 170 volte maggiore di fare 6 al SuperEnalotto, anche se 3 volte più difficile che fare un “5” allo stesso gioco. Inoltre attenzione! Nel caso in cui più persone indovinino il 10+numerone, la rendita 20ennale viene divisa equamente (cosa già avvenuta, scatenando varie ovvie polemiche)!

Sisal pubblicizza molto il fatto che giocando un euro si vince 1 volta ogni 11 giocate (9%), peccato che non specifichi questo:

– si vince il premio di 2 euro con probabilità del 7,8%
– si vincono 10 euro al 1,1%…
– rimane lo 0,1% (una vittoria ogni mille giocate) in cui si possono vincere 100 euro o 10mila euro o il superpremio.

Peccato inoltre che Sisal non scriva che ogni 100 euro giocati statisticamente tornano in tasca 37,37 euro, quindi se uno è parecchio fortunato può vincere diciamo 70 euro ogni 100 giocati, magari addirittura arrivare in pareggio… ma solo una persona ogni milione di giocatori riesce ad andare in attivo!

Il montepremi

Di tutti i soldi giocati, quanti vengono poi vinti e quanti vanno in tasse e balzelli?

Spulciando il regolamento del gioco, si nota che solo il 65% del montepremi torna ai giocatori, mentre il 23% finisce allo Stato, l’8% al ricevitore e il 4% alla Sisal.
Quindi la ripartizione è molto migliore del SuperEnalotto (in cui ai giocatori torna solo un vergognoso 38%), ma la tassazione rimane molto alta.

Il successo di questo gioco è incredibile: ogni giorno gli italiani stanno spendendo sempre più soldi, ben 52 milioni di euro la prima settimana, con un ritmo di 300-500 mila euro ogni ORA (record a quasi 1 milione alle 19 di sabato sera)!

Il fatto che il “numerone” sia scelto dal computer e le sospette ripetute vittorie dei primi giorni stanno gettando un’ombra sulla regolarità delle estrazioni, probabilmente pilotate a favore dei giocatori in questi prime estrazioni, in modo da far trapelare la falsa idea che vincere è possibile e non difficile (addirittura 3 vincitori contemporanei settimana scorsa!). Non entro in maggiore dettaglio perchè non ci sono prove e i dati sono troppo pochi, inoltre ora sembra che i numeri stiano rientrando nella normalità.

Lo scandalo

Il gioco in sè sarebbe solo l’ennesimo trucco per spillare soldi agli italiani sognatori, non fosse per due motivi: le modalità di estrazione e la possibilità di abbonarsi a più estrazioni.

1) ogni giorno avvengono 13 estrazioni, TREDICI!! Una ogni ora, a partire dalle 8 del mattino.
Questo porta i tantissimi “malati da gioco d’azzardo” a giocare sempre e spendere costantemente, per evitare di saltare un’estrazione (magari proprio quella in cui usciranno i 10 numeri scelti, inaccettabile!!)

2) Sisal permette di ABBONARSI alle estrazioni, cioè scegliere 10 numeri e pagare per tutte le 91 estrazioni settimanali (con costo minimo di 91 euro).
Un giocatore che non vuole perdersi nessun’estrazione e vuole puntare anche sullo 0+numerone (quindi mettendo 2 euro ad estrazione) deve quindi spendere 728 euro al mese!!!

Tenete conto che si stimano in 1-2 milioni gli italiani colpiti dal GAP (disturbo da gioco d’azzardo patologico), un disturbo che la psichiatria sta ancora studiando ma è già catalogato nel Manuale per la diagnosi dei disturbi mentali (DSM IV-TR).

Continuare ad inventare giochi per spennare queste persone malate è uno delle maggiori vergogne di questi anni, nascondere tutto questo sotto una fantomatica tassa per l’Abruzzo o addirittura mettere questi giochi sotto una luce positiva (che bello, regala un vitalizio alle persone bisognose!) è qualcosa di squallido che conferma ulteriormente lo schifo dei nostri mass media e dello Stato, che ruba ai malati e agli ignoranti donando futili barlumi di speranza in un periodo in cui si dovrebbe fare l’opposto, cioè risparmiare e pensare seriamente al futuro.

Questo “Win for life” è quindi il gioco perfetto per distruggere queste persone, “costringendole” al gioco continuativo, portandole a fare abbonamenti e legandole alle estrazioni per 13 ore al giorno.

A quando un gratta e vinci il giorno delle elezioni?
Gratta e vota Berlusconi, vinci fino a 1 milione! Per Franceschini invece il montepremi è di 1000 euro, ma vai tranquillo che tanto lo votano in 4 gatti e se vinci non devi dividere il premio con nessuno!

Annunci
  1. neancherodrigo
    8 ottobre 2009 alle 20:09

    Sono d’accordo, per me è una truffa.. ho letto una notizia d’agenzia su Yahoo.it di pomeriggio che metteva in rilievo come il Win for life era pubblicizzato in maniera ingannevole… ma ora è sparita o.O

  2. ely
    9 ottobre 2009 alle 10:40

    é vegognoso sfruttare malattie e debolezze…
    L’altro giorno mia madre ha acquistato un epilatore elettrico al Marco Polo, alla cassa con il resto le hanno anche dato un gratta e vinci da 1€, ne ha vinti 5€,è andata in tabaccheria per ritirare la vincita e non si sa come ne ha presi altri 5 sempre da 1€… perdendo… Non aveva mai comperato un gratta e vinci o giocato al Superenalotto, è una persona molto concreta… tempo fa avevo visto anche in dei fustini di detersivo in polvere la scritta “all’interno gratta & vinci” .Ora non so se queste sono iniziative statali o delle singole ditte private… Cercare di far conoscere il brivido (illusione) del gioco anche attraverso questi metodi… credo che lo stato sia caduto veramente molto in basso.

    • ZaX
      9 ottobre 2009 alle 10:46

      è un classico, far vincere spesso ma pochissimo in modo che i soldi vengano subito rigiocati (e persi).
      Win for Life segue questo stile, facendo vincere ogni tanto 2-10 euro, così da invogliare le persone a rigiocarseli nell’estrazione successiva, con ovvi risultati.

      Chi crea questi giochi non è un cretino, dovremmo smetterla di dar loro la soddisfazione di fregarci milioni di euro come idioti.

  3. Marco
    9 ottobre 2009 alle 20:32

    Non ho studiato statistica, ma qualcuno di voi saprà certo correggere o confermare quanto dico:
    Nel retro di una schedina vi è una tabella che spiega come fare “piccoli sistemi integrali”. Si possono giocare fino a 14 numeri, vale a dire 1001 decine… Il bello arriva nelle due colonne successive: la prima specifica il costo per partecipare alle categorie 10+N,10,9,8,7 (1001€); la seconda lo specifica per le categorie 10+N,9,8,7 e 3,2,1,0,0+N (2002€)…. ???
    O sono scemo io o questa è una truffa, perchè su un estrazione di 10 numeri su 20 avendone 14 il minimo che posso fare è 4!!! Quindi non farò mai 0,1,2,3!
    Potete correggermi, per favore? So che se giocassi 11 numeri e ne indovinassi 1 solo, avrei uno sviluppo di 11 colonne tra le quali 1 sola col risultato di 0 numeri indovinati, quindi c’è qualcosa di errato nel mio ragionamento. E comunque nei sistemi sarebbe più giusto che la “doppia possibilità” di vincita costasse non il doppi,o ma molto di meno.

    • ZaX
      10 ottobre 2009 alle 13:38

      Ciao Marco, scegliendo 14 numeri in realtà è come se facessi 1001 colonne da 10 numeri, quindi se ne indovini 4 su 14 sicuramente c’è una colonna in cui hai fatto 0 e puoi vincere il vitalizio (se indovini il numerone).
      Inoltre avresti 10 colonne in cui hai fatto 1, eccetera eccetera…

      Quindi le probabilità restano immutate, è come fare 1001 schedine da 10 numeri!

      Ciao e grazie

      • Marco
        10 ottobre 2009 alle 14:19

        Ti ringrazio per il chiarimento, rimane comunque il fatto che 13 estrazioni giornaliere “obbligano” i malati del gioco a spendere almeno 13€ al giorno (ma sono convinto che il malato del gioco opti per la doppia possibilità di vincita). Purtroppo è come il gioco dei dadi o le macchinette del poker: più giochi, più ti avvicini alle percentuali di vincita per lo stato e quindi di perdita per se stessi.
        Spero che molti la pensino come me e cioè che va bene giocare una volta ogni tanto, così per sfidare la sorte e non la matematica…
        Ciao

  4. 9 ottobre 2009 alle 22:26

    Concordo.

    Oltretutto, c’è un’altra cosa che mi lascia perplesso: la somma della massima vincita verrà erogata nel corso di ben vent’anni.
    Chi mi dice che nel frattempo la Sisal non fallisca, chiuda o non si veda rinnovare la concessione dai Monopoli, che la fiscalità non cambi, ecc… ?
    Anche a imbroccare l’alea resta comunque molto alta.

    • cecco
      13 ottobre 2009 alle 17:02

      che la sisal fallisca la vedo moooolto dura, è piu probabile che tra 20 anni ci sia ancora la sisal e non la fiat o addirittura l’inps… piu che altro mi porrei il problema di quanto valgano 4000 euro tra 20 anni…..

  5. il giusto
    9 ottobre 2009 alle 22:34

    E’ inutile, l’italiano va randellato sempre.

    Era meglio che questo governo ci riempiva di tasse con la scusa dell’abruzzo? voi criticoni senza cervello avreste pagato senza commentare.
    L’azzardo è iniquo a prescindere del tipo di gioco, però si può scegliere di non giocare senza rompere le nocciole con questi sciamazzi. Invece siete degli esosi, avete paura di perdere però la tentazione resta.

    • Marco
      9 ottobre 2009 alle 23:43

      Per il Giusto
      Avremmo pagato le tasse, perchè le trattengono dallo stipendio non perchè è di nostra facoltà.
      Ho scelto di non giocare a questo gioco, perchè non mi piace il gioco d’azzardo, ma non sto rompendo le nocciole a nessuno e se tu consideri sciamazzi delle considerazioni sul gioco d’azzardo legalizzato, è sufficiente che non leggi. Che cosa intendi con “avete paura di perdere però la tentazione resta”?

    • ZaX
      10 ottobre 2009 alle 00:36

      “Il Giusto”, un governo serio avrebbe reagito alla crisi con le proprie forze, usando i soldi messi preventivamente da parte per questi eventi eccezionali, cosa che si è sempre fatta (quando c’erano persone serie a governare, non questi deficienti).

      In casi eccezionali si possono alzare le tasse, che sono proporzionali alla ricchezza e quindi “giuste”, mentre rubar soldi con i giochi d’azzardo è rubare ai poveri e agli ignoranti. Uno Stato serio dovrebbe evitarlo, non credi? O torniamo all’età della pietra?

      • Baby
        16 ottobre 2009 alle 13:28

        Se c’erano i comunisti al governo a quest’ora quella povera gente era ancora nelle tende!!!!avrebbe passato il gelido inverno nelle tende!!!!vergognatevi a criticare questo governo perché ha costruito e sta costruendo le case a queste persone!!!!!ma chi se ne frega se ha utilizzato i nostri soldi oppure quelli di un gioco SISAL!!!!chi se ne frega l’importante è k l’abbia fatto!!!i comunisti se li sarebbero spartiti come hanno sempre fatto e si sarebbero comprati ville e panfili!!!vergogna!!!voi critichereste questo governo pure se sconfiggesse la fame nel mondo……

        • ZaX
          16 ottobre 2009 alle 14:38

          Sei il prodotto dell’informazione berlusconiana, dovrebbero darti un premio.

    • ely
      10 ottobre 2009 alle 11:20

      X Il Giusto
      Ricordati che ci sono persone MALATE e non per forza stupide che quando il jackpot del superenalotto poco tempo fa era arrivato alle stelle pur di continuare a giocare hanno venduto casa e si sono riempiti di debiti…
      Mi pare che con “win for life” le estrazioni giornaliere siano + di 10, questo per una persona con problemi di gioco significa “vivere” in una ricevitoria senza più venirne fuori.

  6. Baby
    11 ottobre 2009 alle 01:01

    Oh brutti comunisti di merda ma pure questo vi da fastidio??????fate tanto i superiori con la puzza sotto il naso e poi magari siete i primi evasori fiscali d’Italia!!!!ma fatevi una scopata k magari inviadiate meno il prossimo….

    • ZaX
      11 ottobre 2009 alle 20:06

      Baby di nome e di cervello, vedo.
      Mai un ragionamento, da parte vostra, ormai l’abbiamo capito.
      Torna pure dal tuo Presidentissimo, magari ti passa una zoccola

      (ho cancellato i tuoi altri commenti mooooolto intelligenti)

  7. vincenzo
    11 ottobre 2009 alle 11:54

    Secondo me state sbagliando tutti, ci sono migliaia di giochi d’azzardo e non è certo qst a far venire la febbre da cavallo a tutti, si gioca un pò, io gioco 2 euro a settimana, massimo, la colpa non è della sisal se ci sono tutti fessi in Italia, gioca chi vuole e chi vuole spendere soldi…..i soldi vanno dove sono i soldi! Non guardate tutto con l’occhio critico…

    • ZaX
      11 ottobre 2009 alle 20:17

      Vincenzo, purtroppo non tutti sono come te e si giocano 2 euro al giorno.
      C’è gente che si rovina la vita e, come scrivo nell’articolo mettendo anche il riferimento, si parla di oltre 1 milione di persone!

      Non sarà questo gioco a creare il problema, ma lo incrementa ed è costruito apposta per far spendere il maggior numero di soldi possibile alla gente. punto.

  8. hogarth
    12 ottobre 2009 alle 10:32

    Win For Life, è un gioco d’azzardo costruito per incentivare lo scommettitore compulsivo, e per generarne di nuovi.
    il problema è che chi partecipa q questi giochi, in linea di massima, è la gente che ripone le propriesperanze di una vita migliore in una giocata, e chi vuole fare questo, ovviamente, in genere non fa parte della fantomatica classe d’elite del paese.
    Saranno, semmai, i meno abbienti a cadere nel vizio del gioco.
    Essendo questo gioco anche una tassa, è pertanto, a mio avviso, profondamente iniqua.
    Ovviamente i pochi che vinceranno potranno pensarla diversamente…

  9. renato
    12 ottobre 2009 alle 13:26

    Con punti 9 si vincono CIRCA 100 €. E’ falso nel concorso precedente il 9 è stato pagato €4.50 Circa il 5% di quello promesso!!!!!!!!!!!!!!!!
    Renato

    • ZaX
      12 ottobre 2009 alle 13:34

      Puoi dirmi in quale giorno (e magari ora), che controllo?

      Per ora io ho visto oscillazioni enormi ma con un minimo di 50 euro (e un massimo di 170), per quanto riguarda il montepremi diviso tra chi fa nove punti.
      Forse ti confondi con gli 8 di oggi alle 11, pagati appunto 4,49euro invece che i 10 euro soliti.

  10. Sanfer
    13 ottobre 2009 alle 10:04

    Spulciando il regolamento del gioco, si nota che solo il 65% del montepremi torna ai giocatori, mentre il 23% finisce allo Stato, l’8% al ricevitore e il 4% alla Sisal.

    Questo è l’unico e vero scopo del gioco, per ogni euro giocato 23 centesimi allo stato (minuscolo), è una tassazione del 23% alla fonte, ricorda la tassazione della benzina alla pompa, ogni litro tot allo stato (di nuovo minuscolo).
    Non vorrei che chi si lamenta delle troppe ed inique tasse in Italia sia poi il primo ad abbonarsi a tutte le estrazioni del WfL (vinci per la vita, sì la vita dello stato che senza noi pirla non potrebbe durare molto!!!)

  11. been
    13 ottobre 2009 alle 16:23

    AAMS o è incapace o è collusa, perchè non c’è trasparenza nello svolgimento di qualsiasi gioco, sia di carte, che di numeri.

  12. 14 ottobre 2009 alle 22:49

    C’è una truffa molto evidente nello 0+numerone, in quanto il numerone fa parte della decina giocata, quindi lo 0 non lo si può fare. E’ così che i ladri di stato si fregano un euro in più per la seconda giocata. La “Lasvegas dei poveri” oltre ad essere una vergogna è anche una truffa.

    • ZaX
      14 ottobre 2009 alle 22:54

      Non è chiaro quello che intendi dire… in realtà il numerone si ottiene con una seconda estrazione (ed è assegnato dal computer come “undicesimo” numero tra quelli giocati), un po’ come il numero superstar del superenalotto, quindi 10+numerone equivale a 0+numerone come probabilità.
      Ciao

  13. Mario
    15 ottobre 2009 alle 01:41

    Ma che i vae a cagarse a dos tutti quei dea Sisal e del super enaeoto!
    Traduzione:(ma che vadano a cagarsi adosso tutti quelli della sial e del superenalotto)

  14. Lorenzo
    16 ottobre 2009 alle 09:25

    Sappiamo tutti che in qualunque gioco d’azzardo vince sempre il banco…. Il gioco d’azzardo se non erro è sempre esistito (come le puttane 🙂 ) quindi inutile arrabbiarsi e per coloro che sono ammalati bè…. spero abbiano qualcuno vicino per un aiuto a curarsi…. altrimenti come qualsiasi altra malattia creperanno…. la vita!

    • ZaX
      16 ottobre 2009 alle 10:11

      Anche l’omicidio è sempre esistito, non per questo dovremmo rinunciare ad incazzarci se lo stato lo legalizzasse e facesse di tutto per guadagnarci il più possibile, non credi?

      • Lorenzo
        16 ottobre 2009 alle 11:56

        abbiamo punti diversi di ciò che è legale…. 🙂

  15. Mauro
    18 ottobre 2009 alle 20:58

    Mamma mia quanta ignoranza in questo blogghino..

    Il gratta e vinci quanto faceva vincere? Dopo quanto, i poveri giocatori compulsivi potevano effettuare una seconda, terza, quarta giocata?

    Fammi capire, pensavi che con questo gioco vincessero tutti?
    Che grande scoperta che il banco vince nei giochi d’azzardo!

    Pretendi di diffondere il verbo, “in verità, in verità vi dico”, spiegare le regole, e poi non le hai neanche lette.
    Facendo 10+numerone, o 0+numerone, ad esempio, non si vincono 960.000€.
    Si vince anche il premio del 10 o 0, quindi altri “10.000” euro.

    Volevi insegnare agli ignoranti che leggono che è molto difficile vincere circa 970.000€ a questo gioco? Grazie di cuore, pensavano tutti fosse un investimento sicuro!

    Vai a lavorare va, invece di aspettare la fine del mondo.

    • ZaX
      19 ottobre 2009 alle 09:53

      wow, 970 mila invece che 960 mila euro, cambia completamente eh?
      (e si potrebbe parlare a lungo di questi valori, che non tengono conto dell’inflazione)

      Il senso dell’articolo è analizzare brevemente le probabilità (minime) di vincere a questo gioco, visto che la Sisal e i media fanno di tutto per farlo sembrare semplice (basta indovinarne 10 su 20, suvvia!). Se tu già sai tutto, meglio per te. Però controlla quanti soldi butta via la gente in questi giochi e poi torna a scrivere “pensavano tutti fosse un investimento sicuro!”

  16. Ecchilosa
    19 ottobre 2009 alle 11:44

    Rispondo a questo articolo, non me ne frega niente se con ciò che scriverò sembrerò essere la voce “fuori campo” o “fuori contesto”. Dirò semplicemente quello che intendo dire, in maniera molto schietta e senza mezzi termini o parole complesse..dopotutto siamo in un Paese democratico e ognuno dice ciò che vuole, rientrando nel limite dell’educazione.
    Sono influenzato e a casa, non ho niente di meglio da fare se non scrivere una mia opinione su qualcosa che mi turba.
    Una persona che ha un minimo di conoscenza matematica e statistica può capire che nelle tasche della Sisal vanno tremendamente MOLTISSIMI soldi in più rispetto alle vincite effettuate, e già solo questo dovrebbe far insospettire i giocatori.
    E poi chi ci garantisce che quella percentuale vada all’Abruzzo? Dio? Come fate ad esserne così sicuri?..A meno che siate delle persone che credono in tutto quello che leggono e che vengono a sapere. Quali furbate ci sono dietro a questa iniziativa?
    Sono arrivato a leggere questo articolo per pura curiosità tipica di navigatore web, e dopo tanta osannata pubblicità di questa tremenda cavolata scippatoria che va a danno di tanta gente che spesso guadagna meno di quel che merita, per sperare in un qualcosa di migliore nella loro vita.
    La colpa in fondo non è della Sisal in sè, ma della gente che con qualche bel soldone in più crede di risolvere tutti i problemi di una vita. La fissazione di avere qualcosa di materiale e di valore che col passare del tempo si fà pretendere sempre di più dall’essere umano (analizzate la parola valore, in questo contesto..mi chiedo : attributo dettato da chi?) e tutto ciò porta proprio ad arricchire il campo del gioco d’azzardo.
    Sembra una cosa tanto sentita e ripetuta il fatto che i soldi non fanno la felicità; in Italia la disoccupazione è a livelli altissimi, ed io che sono un ragazzo del Sud, avverto con molta più sensibilità questo problema. Ora vi chiedete, le persone che bene o male ce l’hanno un lavoro (e dovrebbero ritenersi fortunati di averlo) perchè dovrebbero sperperare i soldi sudati?
    Semplice, come ho detto prima, i soldi sono qualcosa che si fà pretendere sempre di più col passare del tempo. Anche se arrivi ad avere 1 miliardo di dollari, riesci assurdamente ad affermare che non ti bastano ancora, e quando si arriva al limite del possesso materiale si pretende il potere.
    La Storia dell’uomo insegna tutto ciò, non sono cose che mi invento io. L’uomo vuole fare la stessa fine di questo modello appena descritto.
    Si arriva ad un certo punto in cui la retribuzione del lavoro che svolgi non ti soddisfa più, ti viene in mente che ci sono delle persone che stanno molto meglio di te o che “si può fare di meglio”..pensiamo a quelle che stanno peggio, piuttosto!
    I Media e soprattutto la TV, in generale, sono la principale rovina dell’attuale società che va sempre più deteriorando, disegnando nuovi schemi e modelli umani che spesso la gente crede di trovarcisi ma non fa altro che rendersi più a loro simile, per non trovarsi “fuori contesto”, e maledetta la TV che pubblica e osanna queste cavolate come fossero un ben di Dio. Se solo ci fosse un VIP, un famoso, che discutesse di questo problema, ci sarebbe da parte mia un pò di più di ottimismo in questo senso.
    Il consiglio che mi sento di dare, prima a tutti quelli che hanno un lavoro, di analizzare spesso e meglio quelli che sono i vostri stadi raggiunti nella vita, e quindi di non dimenticarli o accantonarli : questo vi farà evitare di dire e di pensare “NO, non mi basta, voglio ancora”.
    A quelli che non hanno un lavoro, cercate di resistere. Non è per me facile dirlo, visto che sono un semplice ragazzo studente, ma noi abbiamo una vita, e in fondo se vogliamo rimanere qui in questo mondo pensiamo per il momento allo stretto necessario quotidiano : il cibo, un letto, una famiglia e delle persone che vi supportino, e sopratutto dei progetti anche se piccoli…la vita in fondo è sempre soggetta a cambiamenti che di certo non si risolvono con una giocata d’azzardo che potrebbe peggiorare la vostra situazione.
    Anche piccole cose..come una bella passeggiata in bici, una bella chiacchierata, una visita ai propri familiari, dedicarsi ad hobby non costosi o a un animale domestico, sono cose che contribuiscono a rendere la vita migliore, senza l’ausilio di soldi nel senso largo del termine.
    Vorrei dire quello che ho appena scritto a tante altre persone, altri blog, altri forum o punti di ritrovo simili. Non risolverà i problemi più gravi del mondo, ma un pensiero, una riflessione è inevitabile.
    Non voglio però discutere delle persone che stanno messe ancora peggio dei “tipici” disoccupati perchè semplicemente non conosco quel campo. Non posso parlare di qualcosa che non conosco e che non ho vissuto e conosciuto da vicino.
    Un grande saluto a tutti.

    • ZaX
      20 ottobre 2009 alle 17:16

      Bel messaggio, grazie Ecchilosa!
      Purtroppo spesso chi si rovina al gioco non è chi “vuole sempre di più” ma chi è al verde e spera di cambiare vita, non accorgendosi che invece se la sta distruggendo.

  17. ALBERTO GENTILUCCI
    20 ottobre 2009 alle 16:46

    Ma giocate ai cavalli, lì si che si vince di sicuro !!!

  18. Vincent
    27 ottobre 2009 alle 18:30

    Io penso che sia una bufala, e tra l’altro male organizzata perchè se la gente ragionasse di più con la propria testa, invece di lanciarsi a occhi chiusi in una fregatura del genere, le cose andrebbero meglio per tutti.

    Ma purtroppo il ragionamento ke fanno tutti è :
    “mah si, tentar non nuoce, alla fine sono solo 2 euro…
    L’investimento è minimo e la posta in gioco altissima, vale la pena tentare no?”

    E in effetti se consideriamo che indovinare 10+1 numeri (o 0 +1) su 20 è molto piu semplice che indovinarne 6 su 90 (superenalotto), allora tutto questo non fa una piega.

    Ma attenzione, non è tutto oro quel che luccica!
    Bisognerebbe affrontare la situazione con un po più di scetticismo e logica perchè NESSUNO REGALA NIENTE A NESSUNO.
    E infatti il magnifico gioco della sisal si rivela una macchina spilla-soldi quasi perfetta….questo perchè spinge le persone a giocare, illudendole con una prospettiva di guadagno APPARENTEMENTE facile da realizzare (o cmq più semplice delle lotterie concorrenti), e che offre una appetitosa remunerazione economica di 4000mila euro al mese (e chi non li vorrebbe…)
    Il trucco sta proprio in questo…NELL’ILLUSIONE, perchè a conti fatti lo stato incassa 1000e passa volte quello che poi distribuisce attraverso i premi.
    Come?
    E’ molto molto semplice…basta fare un semplice calcolo probabilistico.

    La probabilità di indovinare 10numeri su 20 (o 0 su 20), è di 1 su 184.756, e se aggiungiamo il numerone, la cui probabilità di azzeccare è 1/20, otteniamo che per fare 10+1 o 0+1, abbiamo una sola probabilità su 3.695.120.
    Possibilità gia di per se molto remota, ma paragonabile a quella di azzecare un 4 AL SUPERNALOTTO (che è 1 su 2.555.190).

    ED E’ QUI CHE I CONTI NON TORNANO!!
    Per quale motivo ??
    Basta fare una piccola considerazione….e cioè che all’uscita del gioco c’è stato, com’era prevedibile, un boom di giocate, e tutt’ora questa tendenza a giocare in modo spropositato a win for life non cessa di esistere.
    Ciò significa che molti ma molti italiani giocano ogni giorno a win for life, MOLTI PIU DI QUELLI CHE GIOCANO AL SUPERENALOTTO (o cmq un numero molto simile), e in più le estrazioni sono BEN 13 AL GIORNO (Contro le 3 settimanali del superenalotto)!!!

    ALLORA COME SI SPIEGA CHE OGNI SETTIMANA AL SUPERNALOTTO, VENGONO MESSI A SEGNO CIRCA DUEMILA 4, LA CUI PROBABILITA’ DI USCITA è SIMILE AL 10+1 DI WN FOR LIFE, MENTRE I 10+1 SONO MOOOOLTO PIU RARI !?!?!?!?

    Ma è ovvio…le estrazioni dell’enalotto avvengono coi bussolotti….le estrazioni di win for life LE FA UN COMPUTER!
    La sisal raccogliendo i dati in un database di tutte le schedine giocate in italia , e utilizzando un semplice algoritmo matematico, fa in modo che la combinazione di numeri uscente MINIMIZZI le uscite, e MASSIMIZZI le loro entrate.
    Risultato?
    POCHI MA DAVVERO POCHI fortunati azzeccano il 10+1, e in piu la loro è una vincita PILOTATA.

    A questo punto mi sembra ovvio…immagnate se ogni giorno 2mila persone azzeccassero il 10+1……LO STATO AFFONDEREBBE IN UNA SETTIMANA!
    E nel giro di pochi anni tutte le famiglie italiane potrebbero beneficiare della rendita vitalizia di 4 mila euro!
    Una cosa improponibile, ecco perchè sono corsi ai ripari, ma hanno di menticato di fare una cosa molto importante….INFORMARE LE PERSONE CHE GIOCANO.
    Che sbadati……………………………..

    Ecco perchè win for life non è classificabile come una LOTTERIA, ma puo essere paragonato ad una TOMBOLA.

    Questo no vuole essere un invito a non giocare…
    chi vuol giocare giochi, ma ha il diritto di essere al corrente di questo sistema.

    • ZaX
      27 ottobre 2009 alle 18:41

      Mi spiace Vincent ma sbagli, e sbagli senza aver letto il mio post…

      punto1) il 10+1 è 3 volte più difficile da fare del 5 al superenalotto, NON HA UNA PROBABILITA’ SIMILE AL 4, non creare disinformazione (non so dove hai trovato quel numero sballato, ma ricontrolla e vedrai)

      punto2) questo continuare a dover per forza vedere un mega complotto della Sisal che truccherebbe i vari giochi (molti dicono lo stesso del SuperEnalotto) è una sciocchezza. Sisal è privata e i controlli sono fatti da enti indipendenti, non ha senso truffare in questo modo, soprattutto se il gioco DI PER SE E’ COSTRUITO PER FREGARE I GIOCATORI, che hanno bassissime probabilità di vincere e IN OGNI CASO Sisal e Stato non PERDONO MAI!
      Ripeto, Sisal e Stato non PERDONO MAI, perchè se vincessero in tanti contemporaneamente queste persone si dividerebbero semplicemente il montepremi, mentre Sisal e lo Stato si intascherebbero comunque la loro bella percentuale di incassi, FISSI.

      Se controlli, anche i soldi vinti con 7,8,9,10 punti sono variabili e dipendono da quanti li indovinano, proprio per evitare a Sisal e Stato di perderci anche solo per una estrazione ogni 100.
      Quindi NON GIOCATE non perchè Sisal trucca, ma perchè il gioco è creato ad arte PER FARCI PERDERE!

  19. Angelo
    8 novembre 2009 alle 18:44

    Ma perchè non facciamo saltare il banco?
    Come? Semplicissimo. Basta non giocare.
    Io non gioco più da quando avevo l’età di 16 anni, basta fare un pò di calcoli per convincersi a non giocare; tutti i giochi sono fortemente sbilanciati verso il banco.

    Non giochiamo per principio, lo stato non va aiutato; se per caso uno di noi subisce una multa ingiusta forse lo stato ci viene incontro? No, si comporta con noi come il più freddo tra i banchieri, basta un solo giorno di ritardo che scattano more e interessi.

    La gestione economica dello stato italiano è stata fallimentare in questi ultimi 50 anni, si è cresciuti solo a scapito del debito pubblico, ed ora che è diventato un peso lo vogliono scaricare sui cittadini, ingannandoli con false promesse di vincita. Non giochiamo, non aggiungiamo, ai già tanti soldi che ci preleva attraverso una forte pressione fiscale, altri soldi che possiamo tenerci noi. Non lasciamoci ingannare, la strada della rovina comincia sempre da facili prospettive di vincita. Non giocate nulla, neanchè un euro all’anno. Un euro non giocato equivale a un euro vinto.

  20. Franco
    15 novembre 2009 alle 21:12

    ..intanto signori lettori qualcuno si è accorto che le vincite del premio mensile per 20 anni, via via, si è sempre più ridotto? All’inizio grandi vincitori fino ad un ridursi a zero nonostante il montepremi sia salito. Ma guarda questa statistica che birichina. Prima o poi credo salterà fuori la truffa. Da parte di qualcuno che per tacere prende poco o niente. Ne vedremo delle belle!! Ciao ciao

  21. Daniela
    15 novembre 2009 alle 21:27

    e poi aggiungo a quello che ha scritto poco fa mio marito Franco…..ma avete visto o sentito in tv o alla radio o sui giornali di qualcuno che si dichiara vincitore dei 4000 euro al mese? Ma dove sono questi uomini d’oro? E poi supponendo che ci siano ma sono convinti che prenderanno questi soldi per 20 anni quando la Sisal non rilascia nemmeno un contratto o un pezzo di carta igienica quale impegnativa? Provate a telefonare e chiedere…vi sbattono giù il telefono o vi dicono che non c’è l’incaricato. Ci vorrebbe il Gabibbo. Se poi la società dovesse cambiare ragione sociale o per qualche motivo dichiarare fallimento o chiudere semplicemente tutto andrebbe perso e i giocatori fortunati a chi farebbero causa…allo Stato? Conoscete poi i nomi degli azionisti della Sisal? I nomi dei soci o dipendenti? I programmatori o coloro che hanno fornito i software che decidono come aggiustare le estrazioni? Con i nuovi processi brevi che mandano tutto in prescrizione dopo 2 anni vivono tra due guanciali. Ma perché la gente gioca? Perché è..purtroppo oltre che disperata…profondamente ignorante.

  22. Andrea
    17 novembre 2009 alle 13:15

    Perchè il Papa non ha mai parlato di queste cose ed esortato la gente a non dilapidare le proprie miserie? Saluti a tutti

    • SaluTony
      3 gennaio 2010 alle 01:35

      Perché purtroppo è in qualche modo un “leader politico”. Se fosse rimasto un leader spirituale fedele “al messaggio”, ora avremmo probabilmente un San Francesco in più, ma non un Papa in meno: quel ruolo è stato creato dal mercato (dalla “domanda”, potremmo dire) e quindi avresti probabilmente una Chiesa con un diverso nome ma in cui ci sarebbe comunque un Boss a ricoprire questo ruolo di “leader politico” molto richiesto.
      (difficile condensare in poche righe una questione molto complessa, ma spero di essermi un po’ spiegato)

  23. andrea giacalone
    23 novembre 2009 alle 21:28

    Alla fine,
    dopo l’esaustiva chiarificazione della truffa di winforlife

    pubblicizzate questo:
    CENSURO L’INDIRIZZO

    CENSURO L’INSULTO

    (p.s. di ZaX: non sono pirla, modero i commenti)

  24. andrea giacalone
    23 novembre 2009 alle 23:22

    Modera la pubblicità (se vuoi chiamarla cosi).
    Hai eliminato un link che ho semplicemente copiato dalla pagina stessa.
    XXX (nda: lo ricensuro per evitare che qualcuno ci vada per curiosità) è una truffa, e in questa pagina viene pubblicizzata.

    Credo di dover precisare che non ho dato del pirla a nessuno.

  25. fiore
    23 dicembre 2009 alle 15:14

    Ancora un’altra truffa da parte dello stato per spillare soldi a chi crede nel gioco fonte di guadagno,divulgate gente……divulgate!!!!!

  26. raff
    23 dicembre 2009 alle 16:17

    E’ la solita truffa d’accordo ma, in fondo, perché incazzarsi?
    Alla fine se uno vuole, gioca, se non vuole fa a meno. E se uno ci rimane sotto perché non è in grado di controllarsi, beh, sinceramente, cazzacci suoi. Fa bene lo stato ad approfittare di certi beoti.
    Personalmente non muoverei un dito per aiutare uno che si è messo nelle ceste con le proprie mani.

    • ZaX
      23 dicembre 2009 alle 16:34

      Io credo che uno Stato serio debba difendere i propri cittadini più deboli e inclini a buttar via la propria vita nel gioco d’azzardo, non approfittarne per fare cassa.
      Tutto qui

      • raff
        23 dicembre 2009 alle 18:40

        E’ la solita manfrina… cittadini deboli qua e là. mi risulta che uno che gioca a superenalotto et similia sia maggiorenne e vaccinato, in grado di capire quando fermarsi. Se uno è un incapace, come ho già detto, azzacci suoi. Selezione naturale, si chiama.

        • SaluTony
          3 gennaio 2010 alle 01:25

          tipico dei giovani non capire quanto NON si abbia il mondo (e tanto meno se stessi) sotto controllo..
          La pensione, tanto per dirne una, era nata proprio perché altrimenti praticamente nessuno metterebbe via soldi per la vecchiaia (a proposito, quanto hai sul conto?)

        • ZaX
          5 gennaio 2010 alle 00:52

          La selezione naturale c’è tra gli animali, noi abbiamo uno Stato e una democrazia (in teoria) che dovrebbero interessarsi dei propri cittadini ed evitare la legge della giungla, non credi?

          Non dico VIETARE i giochi d’azzardo, ma nemmeno sponsorizzarli, lucrarci su e farli anche sembrare etici (soldi all’Abruzzo? Fatemi ridere)

  27. lele
    4 gennaio 2010 alle 13:56

    io non ci ho mai pensato,ma ammetto che le cose non stiano andando per nulla bene.a tutti questi giochi non vorrei ci si dimenticasse delle slot di stato.veramente ingorde…meglio no fare i conti con le vecchie lire…ci sarebbe la rivolta popolare.ammetto che ho speso dei soldi,e forse stavo per non accorgermi che mi stavo “ammalando”diciamo cosi’…GRAZIE SPERO CHE QUESTI ARTICOLI VENGANO LETTI E CAPITI DA TUTTI.POI SI DECIDA PURE SE GIOCARE O NO??LOGICAMENTE….SOLO I PAZZI LO RIFAREBBERO…SPERO CI SIANO CURE PER GUARIRNE (CONOSCO CHI NE AVREBBE BISOGNO)E SPERO SIANO ALMENO QUESTE GRATUITE ………O SI PAGA PER AMMALARSI E POI ANCHE PER GUARIRE???

  28. Alberto Kody
    4 gennaio 2010 alle 16:51

    Scrivo anche qui la stessa cosa che ho scritto altrove.

    Ho letto.
    Tutto molto interessante e molto vero. Tuttavia c’è qualche però da tener conto:

    Però è un gioco è stato sviluppato allo scopo di far giocare le persone e se PROBABILISTICAMENTE fortunate farle vincere.

    Però sappiamo che nessun ‘estraneo’ ti regala qualcosa, soprattutto se è un gioco.

    Però nessuno è obbligato a giocare.

    Non c’è nessuna truffa. Certo è che non possono mettersi lì a spiegare LE MECCANICHE che usano dietro ad un gioco. Vi spiegano il funzionamento… “hai 10 numeri da giocare su 20 se fai blablabla vinci se fai blablabla perdi. ACCETTI?”

    L’unica cosa che mi meraviglia è la massa di ignoranti che c’è in Italia (io per primo sicuramente, così non dò adito a flame) che scrivono “truffa”… perchè NON vincono. Perchè, in Italia, le persone sono abituate a “fare” senza “studiare”. È un pò tutto all’acqua di rose e poi urlare “AH TRUFFA!!!!” quando non si vince.

    • ZaX
      5 gennaio 2010 alle 00:33

      E’ truffa verso gli ignoranti, uno stato non dovrebbe approfittare del fatto che c’è gente che non capisce che gli stanno rubando i soldi con giochi a probabilità pressochè zero di vittoria

  29. COSTAS
    6 febbraio 2010 alle 03:35

    SE ESISTE UN DIO PUNIRA’ I COLPEVOLI DI QUESTO SCEMPIO ECONOMICO CHE AGGRAVA SULLE SPALLE DELLA GENTE DISPERATA….I RICCHI NON GIOCANO O GIOCANO POCO E NIENTE SONO I POVERI CHE SOFFRONO E CHE SI INDEBITANO ANCHE CIO’ CHE NON POSSEGGONO…..SE UNA GIUSTIZIA DIVINA CI SARA’ SARANNO GIUDICATI PER QUELLO CHE STANNO FACENDO…

  30. Fox
    6 febbraio 2010 alle 15:12

    Ma mi chiedo una cosa: come avvengono le estrazioni? Manualmente? ovvero qualcuno estrai il numero? oppure c’è un sistema computerizzato??? Non voglio fare accuse, ma si sa che con i computer si possono fare un sacco di cose, anche fare in modo che escano combinazioni che in quell’estrazione nessuno ha giocato……..

  31. L'onesto
    12 febbraio 2010 alle 01:10

    Ma se non condividete queste idee cambiate pagina al posto di lasciare commenti idioti…SIETE SOLO IGNORANTI E STUPIDI!

  32. salvo
    19 febbraio 2010 alle 22:43

    Come è stato già detto la probabilità di fare la vincita massima è di una su tre milioni circa , infitesimale ma non quasi impossibile come per il superenalotto, è come giocare la vecchia schedina del totocalcio , tre volte più difficile ma pur sempre affrontabile, sperando nella fortuna, perchè è su questa dea bendata che bisogna fare affidamento non sul calcolo delle probabilità.Però c’è un però: i numeri per ogni estrazione sono generati in maniera casuale da un computer che ciascun giocatore confronterà con i suoi, ed è quì che mi domando non potrebbe avvenire il processo inverso? e cioè a dire il supercomputer che confronta il database con la stringa estratta e scartarla se coincide con una qualsiasi giocata? Questa ipotesi però è da scartare perchè presupporebbe una volontà di commettere un reato penale da parte del concessionario.

  33. KAZZITTEDDU
    22 febbraio 2010 alle 00:13

    SPERIAMO IN STRISCIA LA NOTIZIA, O LE IENE….SMASCHERATE QUESTI LADRI.

  34. Giuseppe
    6 marzo 2010 alle 11:58

    Qualcuno diceva “a pensar male si fa peccato ma spesso ci si azzecca” , ora non voglio entrare in polemica con chi detesta o sponsorizza questi giochi, ne con chi denigra uno stato o un governo per il loro utilizzo dato che il governo perfetto non esiste e che tutti siano sempre ricorsi a sistemi più o meno deontologicamente e socialmente corretti per risolvere i propri problemi (qualche decennio e anche meno fa andavano di moda le guerre) non mi interessano neanche i calcoli probabilistici dato che la regola comune a tutti i giochi è quella che il banco vince sempre, anche quando viene sbancato, faccio solo una considerazione, se sono stati capaci di mettere su un….chiamiamolo allegro scherzetto…con l’estrazione manuale dei bussolotti del lotto dove davvero il caso e la dea bendata avrebbero dovuto essere gli unici attori ed invece c’era una gran bella compagnia, e se invece qui tutto è gestito da un cervellone centrale che magari in vena di allegri scherzetti anche lui, conosce in anticipo TUTTE le combinazioni giocate…..ai posteri l’ardua sentenza (o alla Corte di cassazione ) per quanto mi riguarda nessuno mi punta una pistola per entrare in una ricevitoria ma c’e’ da dire che a tanti ne puntano una mediatica, spesso ben piu’ pericolosa e su questo ci sarebbe davvero da darsi una regolata

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: