Home > Pensieri in libertà > Superenalotto: far cassa sui sogni delle persone

Superenalotto: far cassa sui sogni delle persone

Visto il successo del precedente post, entro ancora in maggior dettaglio negli inganni architettati dai media, dalla Sisal e dallo Stato per truffare il cittadino comune facendo leva sui suoi sogni e sulla difficile situazione economica attuale.

Prima di tutto fa spavento notare che nell’ultima settimana (3 estrazioni), gli italiani si sono giocati 93 milioni di euro, di cui:

  • 24,5 milioni sono stati redistribuiti come premio per i 5+1, 5, 4 e così via;
  • 8 milioni hanno rimpinguato il jackpot del 6 attuale e del 6 successivo (che partirà già sui 30 milioni);
  • 49,4 milioni sono stati incassati dallo Stato;
  • 3,4 milioni vanno alla Sisal;
  • 7,7 milioni vanno alle ricevitorie.

Ricordo che gli impegni della Sisal in tutto questo sono (cito wikipedia):
organizzazione, attività commerciale, gestione tecnologica, amministrazione e gestione finanziaria.
Un modo come un’altro per dire “rotolarsi nel denaro“.
Non male per prendersi 3,4 milioni di euro a settimana (e solo dal superenalotto, senza contare le slot, il poker e tutti gli altri giochi…)!!!

Adesso sono 74 estrazioni che non esce il 6, cioè quasi 6 mesi… se il montepremi vi sembra alto, ecco quanto hanno speso gli italiani in questi mesi (estrapolo i dati da qui):

991 milioni 570 mila euro!!!

E gli incassi statali?

531 milioni 482 mila euro!!!

Ottimo, direte voi, soldi in più allo Stato che di certo non fanno male… e invece no.
Questa dei giochi d’azzardo sta diventando una tassa per i disperati, un rubare soldi alle persone più credulone che invece di organizzarsi una vita in modo razionale preferisce sognare negli impossibili milioni dei giochi a premi, pensando che prima o poi la dea bendata arriverà anche da lui.
I TG non dicono delle persone che si stanno rovinando con il lotto e derivati, ma sono migliaia! Fare 3 estrazioni a settimana significa raccogliere il maggior numero di soldi nel minor tempo possibile senza lasciar respiro ai “poveri” giocatori che nemmeno si rendono conto che stanno buttando via pensione e stipendio in un gioco impossibile.

Io sarò fissato coi numeri, ma a volte due calcoli sono più chiari di mille parole:

  • se giocassi un numero alla roulette, statisticamente mi aspetterei di azzeccarlo almeno una volta ogni 37 partite (36 numeri più lo zero), quindi entro 37 giocate, calcoli alla mano, potrei con una buona probabilità vincere qualcosa.
  • se una persona invece giocasse gli stessi identici 6 numeri al superenalotto per tutte le estrazioni, statisticamente dovrebbe vincere dopo 3 milioni 987 mila 179 ANNI e mezzo… diciamo che è un po’ troppo tempo…

Ma fosse solo un gioco a cui è MOLTO difficile vincere, sarebbe il meno… il secondo scandalo è dovuto al fatto che il superenalotto è incredibilmente scorretto con i giocatori, perchè anche quando esce il 6, lo Stato, Sisal e le ricevitorie si incassano sempre e comunque la loro percentuale, quindi loro vincono SEMPRE, e i giocatori perdono SEMPRE, perchè si spartiscono questa misera porzione di montepremi (il 34,7% come già detto).
In confronto il gioco delle 3 carte è onesto, una volta capito che la carta giusta non è dove ce lo si aspetta, si ha il 50% di possibilità di vincere e c’è la possibilità di far perdere il banco!!
Un gioco in cui il banco non perde MAI, anzi vince SEMPRE più del 50% non è un gioco, è una truffa.

Prossimamente un articolo sugli altri giochi, come il neolegalizzato POKER e sul gratta e vinci… altri bei modi di rubar soldi al cittadino sognatore.

Se vuoi, vota questo post su wikio.it (basta cliccare):

Annunci
  1. logzero
    28 luglio 2009 alle 17:48

    Mi autocommento per linkare il blog del molto più autorevole Zucconi:
    http://zucconi.blogautore.repubblica.it/2009/07/26/ho-sognato-tre-numeri-al-lotto/

    Bravissimo

  2. Sim
    1 agosto 2009 alle 22:32

    Hai ragione, è una truffa e non dovremmo trattarla con sufficienza, del tipo loro sono stupidi lasciali spendere. Ma il problema alla fonte è quello della comunicazione, della cosciente manipolazione delle masse attuata dai mass media. Possono convincere la maggioranza delle persone (il che è sufficiente, non serve la totalità) ad avere una certa opinione o a compiere un certo atto. L’enalotto è solo uno dei tanti campi di truffa. Il problema è che i truffati ti ridono in faccia se glie lo dici, perchè hanno tutti un’alta autostima di se stessi. E’ inutile spiegare loro che, se il mondo dei media e della pubblicità fa girare milioni di euro anche a costo di agire in perdita, un motivo c’è. E’ come cercare di convincere un ubriaco a prendere coscienza della sua situazione

  3. logzero
    4 agosto 2009 alle 10:16

    Altro link interessante (scusate il quotidiano infame che sto per linkare…) con un commento di Massimo Fini:

    “È una truffa. Ma le regole sono sacre”
    http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=371270

  4. michele
    23 agosto 2009 alle 09:56

    Fallo leggere a quello che ha vinto ieri sera!

    • ZaX
      23 agosto 2009 alle 22:13

      La faccio leggere a te, che non hai vinto niente, e a tutti quelli che per 7 mesi hanno permesso ad una sola persona di prendere i loro soldi (il 34% dei loro soldi, tutto il resto se lo ciuccia lo Stato e la Sisal).
      Ma avanti così, mi raccomando, da domani tutti a puntare al nuovo jackpot… che tristezza

  5. Maurizio
    23 agosto 2009 alle 15:16

    Diceva magnificamente il poeta Giusti:
    IL GIOCO DEL LOTTO

    Il gioco in complesso

    è un vizio bestiale,

    ma il lotto in se stesso

    ha un che di morale:

    ci avvezza indovini,

    pietosi di cuore;

    diventi un signore

    con pochi quattrini…

    Per dote sperata

    da pigra quintina

    la serva piccata

    fa vento in cucina;

    la pappa condita

    cogli ambi segnati

    sostenta la vita

    di mille affamati…

    Ah, viva la legge

    che il lotto mantiene:

    il capo del gregge

    ci vuole un gran bene:

    i mali, i bisogni

    degli asini vede,

    e al fiero provvede

    col Libro dei sogni.

    (Giuseppe Giusti)

  1. 5 agosto 2009 alle 13:08

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: