Home > Politicando > Trova l’intruso: Noemi, Kakà, Zoccole, Amici mafiosi

Trova l’intruso: Noemi, Kakà, Zoccole, Amici mafiosi

L’intruso è chiaramente “Amici Mafiosi”, l’unico dei quattro elementi con cui Berlusconi non perde nessun voto, anzi dati alla mano ne guadagna eccome (vedere chi stravince in Sicilia per conferma).

  • Il caso-Noemi e il divorzio della moglie pare abbiano scandalizzato l’ala più cattolica, che si è spostata sull’UDC o si è astenuta.
  • La cessione di Kakà si stima abbia fatto perdere il 2% dei voti da parte di quei (tantissimi!!) che votano Berlusconi solo perchè è presidente del Milan e in questo caso hanno deciso di “punirlo”.
  • Il recentissimo caso sulle “prostitute” sta spaventando a morte il nostro caro 73enne con gli ormoni sballati, perchè anche il giornale cattolicissimo “Avvenire” sta iniziando a fare articoli contro di lui, così come Libero…

Per quanto riguarda le collusioni con la mafia e con il mondo delle tangenti (provate e confermate) dei suoi fedelissimi amici Previti e Dell’Utri (ricordo che il Berlusca conosce Dell’Utri dall’università e ci ha costruito insieme il suo impero), nessuno ne parla e nessuno è interessato…

Io nel mio piccolo vorrei postare alcuni documenti assolutamente pubblici, ma di quel pubblico che chissà come mai nessuno sa che esistano, che ritengo dovrebbero essere conosciuti da tutti. Per chi è interessato, segua all’interno.

1) Video incredibile in cui Borsellino viene intervistato da una TV francese e parla di Mangano e Berlusconi (ricordo per chi non lo sapesse che Mangano era un criminale mafioso condannato all’ergastolo che ha fatto lo “stalliere” ad Arcore dal 73 al 76, assunto dal Silvio su consiglio di Dell’Utri)

Cito dal video:

Giornalista Non le sembra strano che certi personaggi, grossi industriali come Berlusconi, Dell’Utri, siano collegati a uomini d’onore tipo Vittorio Mangano?

Borsellino All’inizio degli anni Settanta, Cosa Nostra cominciò a diventare un’impresa anch’essa, un’impresa nel senso che attraverso l’inserimento sempre più notevole, che ad un certo punto diventò addirittura monopolistico, nel traffico di sostanze stupefacenti, Cosa Nostra cominciò a gestire una massa enorme di capitali, una massa enorme di capitali, dei quali naturalmente cercò lo sbocco, cercò lo sbocco perchè questi capitali in parte venivano esportati o depositati all’estero e allora così si spiega la vicinanza tra elementi di Cosa Nostra e certi finanzieri che si occupavano di questi movimenti di capitali.

2) Info sul’amicone Dell’Utri (basta guardare wikipedia), ma cito per brevità:

Durante gli anni universitari (inizio anni 60) conosce Berlusconi, e nel 1964 inizia a lavorare per lui.

Nel 1967 conosce i mafiosi Mangano e Cinà (per sua ammissione)

Nel 1972 fa assumere Mangano ad Arcore, “per le sue qualità deliquenziali”

Nel 1982 diventa presidente di Publitalia (Fininvest)

Nel 1993 fonda Forza Italia con Berlusconi

Ha subito una condanna in primo grado per concorso esterno in associazione di tipo mafioso e in Cassazione per frode fiscale. La condanna recita:

« Vi è la prova che Dell’Utri aveva promesso alla mafia precisi vantaggi in campo politico e, di contro, vi è la prova che la mafia, in esecuzione di quella promessa, si era vieppiù orientata a votare per Forza Italia nella prima competizione elettorale utile e, ancora dopo, si era impegnata a sostenere elettoralmente l’imputato in occasione della sua candidatura al Parlamento Europeo nelle fila dello stesso partito, mentre aveva grossi problemi da risolvere con la giustizia perchè era in corso il dibattimento di questo processo penale. »

Nel 2008 viene eletto senatore alle elezioni politiche stravinte dal centro destra.

3) le 10 domande de “La Padania” del 1998 a Berlusconi, sugli strani rapporti che ha avuto nel passaggio da cantastorie sulle navi a megamilionario in pochissimi anni, investendo soldi comparsi da chissà dove. Non mi interessa stare a discutere dei “cambiamenti di idee” della Lega, chissenefrega… ma l’articolo rimane un’interessantissima inchiesta sulla nascita della ricchezza Berlusconiana dagli anni 70 in poi.

Anche qui cito parte di una domanda, ovviamente senza risposta:

“Quando Milano2 Spa fu fondata a Roma era forte di lire 1.000.000 di capitale ed era amministrata da Marcello Dell’Utri, il suo “segretario”. Il 15 settembre 1977 quel milione divennero 500, il 19 luglio 1978 due miliardi. Tutto questo denaro da dove arrivò?”

L’intero articolo in JPG ad alta qualità (davvero interessante, salvatelo per quando avete tempo…)

Fermiamoci qua per adesso, ma chiediamoci come sia possibile in un paese civile che una persona come questa non solo non sia in galera, ma sia pure capo del governo e con una larga schiera di fan pronti a supportarlo in ogni caso.

Chiediamoci come sia possibile che tutti coloro che non accettano questo scempio siano considerati dei “comunisti”, “gente che odia Berlusconi”, “degli invasati della politica”, “gente che non ha un cazzo da fare” e così via.

Il problema, forse, è che sei arrivato a leggere fino a qui significa che sei interessato a venire a conoscenza dei fatti e per questo la probabilità che tu sia un elettore di Berlusconi è praticamente zero.

In caso contrario metti un commento qui sotto, magari spiegando perchè sapendo queste cose riesci comunque a votarlo. Grazie.

Annunci
  1. 20 giugno 2009 alle 12:07

    Bella la vignetta!!!
    Il video di Borsellino me lo ricordo bene anche se in Italia è circolato poco o niente (ma va?!)

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: